Chiamata anche disautonomia neurovegetativa o disfunzione autonomica,è un “termine ombrello”, che racchiude condizioni mediche che hanno in comune il malfunzionamento del sistema nervoso autonomo (chiamato anche vegetativo).

Si tratta di quel sistema nervoso periferico involontario, che regola cioè le funzioni corporee che non è possibile controllare volontariamente, come ad esempio:

 

  • Frequenza cardiaca e regolazione della pressione arteriosa

  • Digestione e peristalsi

  • Controllo della vescica

  • Sudorazione

  • Termoregolazione

  • Risposta allo stress

 

A sua volta il sistema nervoso vegetativo puo' essere sudiviso in 2 parti:

Il sistema nervoso simpatico:si attiva in particolare quando l’organismo vive situazioni di

emergenza o stress come le risposte di attacco e fuga,

il parasimpatico:è prevalente nelle condizioni di stabilità e riposo e favorisce i processi

come la digestione e l’assorbimento, la crescita e l’immagazzinamento di energia.

L'INTOLLERANZA ORTOSTATICA

È la più frequente forma di disautonomia dei giovani.

Il termine intolleranza ortostatica, ossia l’intolleranza verso la postura eretta, è usato per descrivere una condizione in cui i pazienti sviluppano sintomi in piedi o durante il tilt table test. Tali sintomi sono vertigini, nausea, vista annebbiata, tremori, palpitazioni, che vengono alleviati sdraiandosi, ma non soddisfano i criteri (tra cui la frequenza cardiaca) per la diagnosi della POTS.

 

L'IPOTENSIONE ORTOSTATICA

L'ipotensione ortostatica - chiamata anche ipotensione posturale - cnsiste in un abbassamento di pressione associato al passaggio improvviso dalla posizione seduta alla stazione eretta. L'ipotensione ortostatica può farti venire le vertigini o la testa leggera e forse anche svenire.

 

L'ipotensione ortostatica può essere lieve e durare meno di qualche minuto. Tuttavia, un'ipotensione ortostatica di lunga durata può segnalare problemi più gravi, quindi è importante consultare un medico se ci si senti spesso storditi quando ci si alza.

 

L'ipotensione ortostatica occasionale (acuta) è solitamente causata da qualcosa di ovvio, come disidratazione o lungo riposo a letto, ed è facilmente curabile. L'ipotensione ortostatica cronica di solito è un segno di un altro problema di salute, quindi il trattamento varia.

LA SINDROME DA TACHICARDIA POSTURALE ORTOSTATICA (POTS)  <<Definizione qui>>

I TEST

Il sistema nervoso autonomo si estende dal prosencefalo, dal tronco encefalico e dal midollo spinale fino alla vasta rete di gangli e alle sinapsi finali attraverso tutti gli organi.

Ad oggi sono presenti test per valutare la funzionalità di tutti gli organi colpiti da Disautonomia.

Ad esempio l'esame per valutare la motilità gastrica, quello per la funzione urodinamica (che valuta la minzione) e pupillare (che valuta dimensione, forma,reattività alla luce delle pupille)  sono test autonomici comuni.

Il test della funzione autonoma da parte dei neurologi comprende diverse categorie di tecniche che servono a scopi diversi. Le due principali categorie che vengono comunemente misurate nella pratica clinica sono la valutazione cardiovascolare della funzione adrenergica parasimpatica e simpatica e la valutazione della funzione sudomotoria (colinergica simpatica).

In generale, il sistema nervoso autonomo può essere valutato attraverso misure di struttura autonomica o funzione autonomica. Le fibre autonome, in particolare, la neuropatia delle piccole fibre che coinvolge il sistema autonomo, possono essere valutate attraverso misure strutturali, come l'analisi bioptica cutanea della densità delle fibre nervose autonome. >>Spiegazione qui<<

I test funzionali del sistema nervoso autonomo  possono fornire informazioni sull'estensione funzionale della disautonomia per aiutare a dettare la gestione della malattia.

Essi comprendono tipicamente tre principali domini di misurazione fisiologica:

(1) misurazione della funzione cardiovagale colinergica parasimpatica,

(2) misurazione della funzione vasomotoria adrenergica simpatica

(3) misurazione della funzione sudomotoria colinergica simpatica.

Questi test di fisiologia autonomica aiutano a localizzare la lesione all'interno del sistema nervoso autonomo e quindi aiuteranno nella diagnosi differenziale.

Una combinazione di diversi test di funzionalità autonomica fornisce una maggiore sensibilità e specificità rispetto a una singola misura. Oltre a una diagnosi di disfunzione simpatica adrenergica, colinergica simpatica o parasimpatica, il tilt test può confermare la presenza di ipotensione ortostatica,sindrome da tachicardia posturale (POTS)  e sincope neuromediata.

......PAGINA IN COSTRUZIONE....TORNA TRA QUALCHE GIORNO!

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now