• Nicole

Evidenze di neuropatia delle piccole fibre nella malattia di Parkinson iniziale


Luglio 2016

Podgorny PJ1, Suchowersky O2, Romanchuk KG3, Feasby TE4.

La malattia di Parkinson (PD -Parkinson Disease-in inglese) è un disturbo del movimento neurodegenerativo che colpisce principalmente il sistema nervoso centrale con numerosi sintomi non motori riconosciuti che possono verificarsi in vari stadi della malattia. Recentemente è stato dimostrato che i pazienti con PD possono essere soggetti a patologie del sistema nervoso periferico sotto forma di neuropatia periferica (PN- peripheral neuropathy). Non è chiaro se la PN sia una caratteristica intrinseca della PD o se si tratti di un effetto iatrogeno del trattamento del PD con Levodopa.

METODI: Per determinare se la neuropatia periferica si verifica nella prima PD non trattata abbiamo utilizzato un disegno di studio caso-controllo usando i test gold standard per la PN, incluso l'esame neurologico secondo la Utah Early Neuropathy Scale (UENS) e gli studi sulla conduzione nervosa, nonché nuovi, più sensibili e test informativi per la PN comprendenti la biopsia cutanea e la microscopia confocale corneale (CCM).

RISULTATI: Abbiamo studiato 26 pazienti con PD e 22 controlli utilizzando l'esame neurologico e gli studi di conduzione nervosa (NCS) e non abbiamo trovato differenze significative tra i gruppi ad eccezione di un certo senso di vibrazione ridotto nel gruppo PD. Le densità dei nervi epidermici nelle biopsie cutanee erano simili tra le nostre coorti. Tuttavia, usando CCM - un test più sensibile e un marker surrogato di danno alle piccole fibre in PN, abbiamo scoperto che i pazienti con PD avevano ridotto significativamente la densità e le lunghezze delle fibre del nervo corneale rispetto ai controlli.

CONCLUSIONI: Concludiamo che i nostri risultati CCM positivi forniscono evidenza di PN preclinico in pazienti con PD di nuova diagnosi.


4 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now