Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

Manifestazioni dermatologiche della POTS (sindrome da tachicardia posturale) sono comuni e varie

February 24, 2018

Gennaio 2016

Articolo originale

 

La sindrome da tachicardia posturale (POTS) è una sindrome di intolleranza ortostatica nel contesto di un'eccessiva tachicardia con sfida ortostatica e questi sintomi vengono alleviati quando si è sdraiati. Oltre ai sintomi di intolleranza ortostatica, ci sono molte altre condizioni di comorbidità come cefalea cronica, fibromialgia, disturbi gastrointestinali e disturbi del sonno. Le manifestazioni dermatologiche della POTS possono essere comuni e variano ampiamente da livedo reticularis al fenomeno di Raynaud.


METODI:
Sono stati distribuiti questionari a 26 pazienti con POTS che si sono presentati alla clinica di neurologia. È stato chiesto loro di riferire su varie caratteristiche dei sintomi dermatologici, con le loro risposte registrate su una scala di valutazione Likert. I sintomi erano considerati positivi se i pazienti rispondevano con "fortemente d'accordo" o "d'accordo", e negativi se rispondevano con "neutro", "fortemente in disaccordo" o "disaccordo".


RISULTATI:
Il sintomo più comunemente riportato era rash (77%). Il fenomeno di Raynaud è stato riportato da oltre la metà dei pazienti e circa un quarto dei pazienti ha riportato livedo reticularis. L'eruzione è stata più comunemente riscontrata su braccia, gambe e tronco. Alcuni pazienti hanno riferito che l'eruzione poteva diffondersi ed era probabile che fosse pruriginosa o dolorosa. Pochissimi segnalati peggioramento dei sintomi in piedi.


CONCLUSIONI:

I risultati suggeriscono che le manifestazioni dermatologiche nella POTS variano, ma sono altamente prevalenti e pertanto hanno un'importanza diagnostica e terapeutica importante per medici e pazienti allo scopo di ottenere una migliore comprensione di ciò. Sono necessarie ulteriori ricerche per esplorare la fisiopatologia, l'incidenza e le strategie di trattamento sottostanti.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici