Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

Valutazione della sindrome da tachicardia posturale (POTS).

May 13, 2018

Aprile 2018

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29705015

 

Estratto:

La valutazione diagnostica di un paziente con sospetta sindrome da tachicardia posturale (POTS) richiede un approccio diagnostico ponderato che utilizza un'accurata analisi clinica, esami clinici, di laboratorio e autonomici. Questo articolo sottolinea l'importanza di una storia approfondita nell'identificazione del meccanismo di insorgenza dei sintomi, delle caratteristiche cliniche, delle condizioni o disturbi clinici associati e dei fattori che possono causare esacerbazione dei sintomi. L'esame clinico prevede una valutazione delle risposte pupillari, una valutazione per i segni sudomotori e vasomotori e una valutazione per l'ipermobilità articolare. I test di laboratorio aiutano ad escludere i mimici della disfunzione autonomica, a riconoscere le condizioni che possono esacerbare i sintomi ea identificare le condizioni che possono causare o essere associate alla malattia del sistema nervoso autonomo. Lo scopo del test di autonomia è quello di confermare una diagnosi di POTS, escludere altre cause di intolleranza ortostatica e può fornire la caratterizzazione della POTS in sottotipi neuropatici e iperadrenergici. Altri studi diagnostici, come la biopsia dell'epidermal skin punch, il test da sforzo, gli studi radiografici, gli studi sul sonno, gli studi sulla motilità gastrointestinale e gli studi urodinamici devono essere considerati quando clinicamente appropriati.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici